mercoledì 8 giugno 2011

come quando fuori non piove .... più

"Quando fuori non piove …. più"

Per chi sta in montagna questo momento vuol dire qualcosa di preciso, una sensazione sotto pelle, le ultime gocce ed ecco il sole con i suoi mille riflessi sulle foglie bagnate.
E subito fuori, a godere dell'aria frizzante e pulita, del senso di libertà che ti da l'improvvisa, imprevista, occasione di uscire all'aperto, di una corsa sul prato, di una passeggiata sotto gli alberi ancora gocciolanti, che sembrano piangere perchè la loro amica pioggia se n'è andata.

Un paio di stivali di gomma e via, nei boschi, in cerca di fragole, lamponi , mirtilli, da mangiare sul posto, ancora bagnati di pioggia. Oppure in cerca di funghi, perchè dicono che le cappelle bagnate risplendono , diventando più visibili, più facili da trovare. Ho scritto “dicono” perchè forse sarà più facile per gli altri, per me è uguale..... quando “vado per funghi”, per me è come se fosse notte, senza luna e senza stelle, buio assoluto.
Io proprio i funghi non li vedo..... ci cammino sopra , ma non li vedo , come quella volta che mia moglie mi ha gridato “fermo!!” ed io “ferrrmoo” son rimasto , con un piede sollevato, e c'era sotto un bel porcino.... Lei lo aveva visto a 10 metri di distanza, io invece lo avrei tranquillamente calpestato.
Eppure quelli rossi a puntini bianchi, i funghi di biancaneve, belli e velenosi, quelli li vedo tutti, e vedo le fragole ed i lamponi; vedo persino le castagne per terra, che hanno lo stesso colore dei porcini...... ?? perchè invece i funghi non li vedo mai ??
“Mai” è una parola troppo tassativa, troppo definitiva e, nel caso, inesatta. Diciamo: mooltoo raramentee.... ed avremo centrato il punto.
Infatti, qualche volta, un fungo lo riesco anche a vedere..... come quella volta che, tutto contento, mi sono messo a gridare: ho trovato un fungoo, un fungoo !! era lui, al margine di un gruppo di felci, che diveva: “coglimi...coglimi” . Il mio compagno di battuta (vado sempre con qualcuno meno imbranato di me se no nel bosco io mi perdo.....) mi fa: cerca intorno, possono essercene altrì....
Io, tutto preso dall'entusiasmo, ho “ravattato” con il bastone nella macchia di felci per un paio di minuti buoni: visto nienteee !! ho comunicato al partner. Al che quello è arrivato e mi fa: e quello cos'è , indicando un fungone da mezzo chilo, e quello.... e quello.... Risultato : ne sono “improvvisamente saltati fuori” , letteralmente: “saltati fuori” ben 14 (quattordici), belli grossi , compresi due calpestati (chissà da chi?) in un fazzoletto di bosco di 3 metri per 3 …...
Definitivamente , dovessi fare il fungaiolo di mestiere , farei la fame.......

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento